email: 
 password:   
email:
388.281 
home libreria l'agenda letteraria notizie blog contatti


27/11/2016
Erika Petrossi al contest letterario Santander

13/11/2016
TIBBS & TIBBS

21/10/2016
Machiavelli, LE HISTORIE FIORENTINE

30/09/2016
L'estinzione dell'atomo pensante

21/09/2016
Novità editoriale

26/04/2016
Presentato in Danimarca "Crowded airports..." di Pablo Paolo Peretti

01/04/2016
La rivoluzione comincia dalla poesia

18/03/2016
Intervista alla scrittrice Erika Petrossi

13/02/2016
Il teatro Quirinetta, salotto culturale romano

03/02/2016
Cosimo Dino-Guida presenta White Blood a Roma

18/12/2015
Cosimo Dino Guida, tra teatro e letteratura

18/12/2015
Lo scrittore-editore Cosimo Dino-Guida, tra Mariangela Melato e Nettarget Editore



notizia precedente

notizia successiva



22 - 13/11/2016
TIBBS & TIBBS

una favola, con un pizzico di mitologia, malessere sociale... e il destino del mondo travagliato dalle guerre

Prendete una favola per bambini, mischiatela con un pizzico di mitologia classica, un po’ di malessere sociale, qualche esperienza personale, il destino del mondo travagliato dalle guerre, lo sfaldamento della personalità, ed ecco nascere Tibbs and Tibbs.
Questi gli ingredienti fondamentali che compongono la novella, omogeneizzati magistralmente dalla penna di Maria Antonietta. Uno stile non ripetibile, coadiuvato dalle tante metafore che talvolta strappano un sorriso. Ma la crudeltà dell’esistenza, della prevaricazione dei più deboli, si impongono drasticamente, non lasciando libertà ad un destino tristemente segnato. In questa fase, la repulsione per la guerra e per qualsiasi tipo di violenza, esprimono il dissenso dell’autrice, dissenso che non facciamo fatica a condividere. La descrizione della guerra stessa, che “fagocita scheletri” resta una delle immagini più toccanti.
Ma non dimentichiamo il nodo cruciale della vicenda, ovvero lo spossessamento del sé: l’io pensante che si contrappone ad un io egualmente pensante, alla ricerca di un’idea, di platonica memoria, atta a fondare le due unità distinte.
Non manca il colpo di scena nel finale, con una chiusura amara che si riflette ampiamente anche nelle descrizioni di un paesaggio autunnale, a contraddistinguere la caducità delle cose.
Il ritmo poetico a volte prende il sopravvento sulla prosa, in alcuni passaggi descrittivi di cose o di stati d’animo.
Il libro è scritto in doppia lingua per chi volesse destreggiarsi a masticare l’inglese.
La copertina rigida, che riproduce un dipinto intitolato “Fiori ciechi” e realizzato dalla stessa Pinna, ha determinato l’utilizzo dello pseudonimo di Mary Blindflowers, col quale Maria Antonietta firma la sua attuale produzione.

Rita Licenziato



Stiamo parlando di...
TIBBS & TIBBS
pubblicato dal 31/10/2016
english and italian text
The true protagonist of this novel is the un-possession, a feeling of dizziness and estrangement so strong that it can lead to death.
The text doesn’t lack in symbolic and evocative elements in its unfolding towards the breathless quest of the idea. The identification and dark duplicity process of the protagonist, and not only, explains the detachment of the Self, with all the human and bestial consequences that this detachment requires.

testo in inglese e italiano
Il vero protagonista di questo romanzo è lo spossessamento, un sentimento di vertigine e straniamento così forte che può condurre alla morte.
Il testo non manca di elementi simbolici ed evocatori in quel suo dispiegarsi verso l’affannosa ricerca dell’idea. Il processo di identificazione e doppiezza umbratile del protagonista e non solo, spiega il distacco del sé, con tutte le conseguenze umane e bestiali che questo distacco comporta.
disponibile su ordinazione

le pubblicazioni di NETTarg Editore
sono distribuite da

home condizioni generali di vendita diritto di recesso servizi per gli autori contratti editoriali contatti